le domande frequenti alla baggi-lux

  • La RETE ANTICADUTA si può non utilizzare con i lucernari ANTIURTO o ANTISFONDAMENTO?

La RETE ANTICADUTA va sempre inserita sotto i lucernari poiché la resistenza fisico-meccanica dei lucernari non può essere garantita nel tempo.

  • Quale materiale scegliere?

La scelta del materiale e dettata dalla resistenza fisico-meccanica e dalla classe di reazione al fuoco;
– PMMA polimetilmetacrilato ANTINTEMPERIE Classe E (SUNLIGHT).
– PMMA-R polimetilmetacrilato ANTIURTO Classe E (SUNLIGHT-R).
– PCC policarbonato compatto ANTIURTO Classe B-s1-d0 (SUNLIGHT-PC).
– PCA policarbonato alveolare ANTIURTO Classe B-s1-d0 (SUNLIGHT-ALVEOLARE16).
– VTR vetroresina ANTISFONDAMENTO Classe E possibile Classe M1 (ULTRALIGHT).
N.B. nei locali pubblici e obbligatoria la Classe B-s1-dO.

  • Quale colorazione utilizzare del lucernario?

La colorazione OPALE (bianco latte) fa diminuire notevolmente il cosiddetto “EFFETTO SERRA”.

Lucernari a parete semplice o doppia (ANTICONDENSA)
Se il locale e riscaldato optare per la parete doppia (PD) o tripla (PT) in casi particolari, per tutti gli altri casi utilizzare la parete semplice (PS).

  • Che cosa è la normativa ATEX?

Alcuni nostri prodotti sono certificati ATEX ovvero possono essere impiegati e utilizzati in aree potenzialmente esplosive.

  • Che cos’ è il lucernario a PASSO UOMO?

Lucernario dotato di dispositivo apribile manualmente a 70°-90° con molle a gas per accedere alla copertura (INTERNAMENTE o ESTERNAMENTE).

  • Quale dispositivo di apertura remota scegliere per gli ENFC SunSmoke 2000V-EVO?

In base alla tipologia di ambiente, attivazione elettrica mediante ATTUATORE PIROTECNICO 24 Vcc (tipo usa e getta), attivazione elettrica mediante ATTUATORE ELETTROMAGNETICO 24 v cc (riarmabile), o con BOX CO2, manuale o pilotato a 24 Vcc. (la BAGGI-LUX consiglia l’ attivazione remota degli E.N.F.C SunSmoke 2000V-EVO con BOX CO2 remoto manuale, o con impulso a 24 Vcc da centrale).

  • Che cos’ è lo SPOILER (FLAP)?

E uno speciale elemento che posto frontalmente/lateralmente all’ ENFC SunSmoke 2000V-EVO ne aumenta le prestazioni in caso di vento contrario (sfavorevole) garantendo sempre la SUA (Aa).

  • Bisogna effettuare la manutenzione sui dispositivi di apertura dei lucernari?

– I dispositivi di apertura manuale a MARTINETTO (vite senza fine corsa std. 300 mm), i dispositivi a PASSO UOMO apertura 70°-90°, i dispositivi ELETTRICI std. (corsa 300 mm) o a più punti di spinta (corse variabili da 300 max 1000 mm), non necessitano di manutenzione.
– Gli ENFC SunSmoke 2000V-EVO come da normativa UNI 9494-1:2012 sono soggetti a manutenzione-controlli periodici.

  • Che cos’ è il trattamento IR?

E uno speciale trattamento sulla lastre che assorbe lo spettro dei raggi infrarossi (da 780 a 1400 nm) bloccando effettivamente il calore all’ esterno del fabbricato, lasciando però passare la luce solare visibile. Il risultato e un abbattimento della trasmissione del calore all‘ interno del fabbricato, con un notevole abbattimento dei costi di condizionamento interno. Il decremento della temperatura interna dovuta all’ effetto serra di attesta interno al 25%, utilizzando lastre IR.

  • Che cos’ è la trasmissione della luce (LT)?

L’utilizzo di differenti pigmenti colorati permette di ottenere diversi valori di trasmissione luminosa.

  • Che cos’ è il fattore solare (SF)?

La radiazione solare che raggiuge le lastre e i pannelli viene riflessa, assorbita parzialmente, e trasmessa all’ interno. Il fattore solare indicato in tabella è il rapporto percentuale tra l’energia totale trasmessa all’interno e la radiazione solare totale.

  • Che cos’ è lo shading coefficient (SC)?

Lo Shading Coefficient di una lastra trasparente è il rapporto tra il fattore Solare della lastra stessa ed il fattore Solare di un vetro chiaro di spessore 3 mm (SC=SF/0,87).

  • Che cos’ è l’ isolamento termico (U)?

La dispersione di calore, normalmente definita come trasmittanza termica ed indicata secondo le usuali leggi della fisica tecnica con la lettera “U”, è il flusso di calore che attraversa una superficie unitaria sottoposta ad una differenza di temperatura pari ad 1°C ed è legata alle caratteristiche del materiale che costituisce la struttura e alle condizioni di scambio termico lineare.

  • Che cos’ è l’ isolamento acustico (dB)?

L’isolamento acustico quantifica la capacità di un prodotto di ridurre la trasmissione del suono incidente su di esso. Esso varia al variare della frequenza e delle proprietà fisiche, delle dimensioni e delle condizioni di vincolo del componente.

  • Cos’è il Fattore Medio di Luce Diurna (FLDm)?

Prima di dare una definizione occorre introdurre un’altra grandezza fisica dell’illuminotecnica: l’Illuminamento.

L’Illuminamento (E) è il rapporto tra il flusso luminoso ricevuto da una superficie e l’area della superficie stessa. In altre parole indica la quantità di luce che colpisce un’unità di superficie e si misura in Lux [lx] = [lm / m²] (lm = lumen). A questo punto definiamo il Fattore di Luce Diurna (FLD) come il rapporto tra l’illuminamento (Eint) che si realizza su di una superficie orizzontale posta all’interno dell’ambiente considerato grazie alla luce proveniente dalla volta celeste (escludendo la radiazione diretta proveniente dal sole), e quello che contemporaneamente si ha su di una superficie orizzontale posta all’esterno senza alcuna ostruzione (Eest). In base a tale definizione il Fattore di Luce Diurna può essere calcolato con la relazione FLD = Eint/Eest, è una grandezza adimensionale e generalmente viene espressa in percentuale (es. FLD = 2%).
Quando si valuta il livello di illuminazione naturale di un ambiente, salvo casi particolari, non è necessario conoscere il FLD per ogni punto dello spazio, ma può risultare più pratico ed efficace avere un unico valore numerico che rappresenti la media di tutti i FLD nei vari punti della stanza, ovvero il Fattore Medio di Luce Diurna (FLDm). Anche perché poi le verifiche di legge vanno effettuate confrontando proprio il FLDm dell’intera stanza con quello minimo imposto dalla normativa. Per essere ancora più precisi bisogna specificare che il valore limite di legge è riferito ad un solo piano e non all’intero spazio tridimensionale della stanza.
Per calcolare il FLDm si sceglie quindi un piano di lavoro, ovvero un piano di riferimento parallelo al pavimento e posto ad un’altezza da questo ad esempio di 90 cm. Per ogni punto del piano si calcola il FLD e quindi si fa una media fra tutti i punti per ottenere il FLDm relativo a quel piano specifico. Cambiando l’altezza del piano in genere cambiano i valori, quindi può capitare che il FLDm misurato all’altezza del pavimento sia totalmente diverso da quello misurato al soffitto. Per questo motivo è indispensabile scegliere il piano di calcolo in base al tipo di attività che si svolge nell’ambiente.

  • Che cosa sono i LUCERNARI TUBOLARI?

I Solar-LUX e i Power-LUX sono lucernari tecnologicamente avanzati poiché sono in grado di trasportare la luce zenitale in ambienti privi di luce (zenitale) se non quella artificiale, con un irraggiamento pressoché inesistente ovvero luce fredda ed aumentando il risparmio energetico.
– I Solar-LUX hanno la parabola riflettente del tipo fissa/statica posizionata a SUD per il maggior apporto di luce giornaliero.
– I Power-LUX hanno la parabola riflettente mobile collegata ad un GPS autoalimentato con pannello solare che si orienta costantemente nella posizione ideale per apportare la maggior quantità di luce possibile durante l’ arco di tutta la giornata.

La peculiarità di questi prodotti è l’ utilizzo di condotti altamente speculari (95-98% di riflessione) che trasportano e diffondono la luce solare aumentando l’ efficienza, in modo più funzionale dei normali lucernari a cupola o finestre da tetto.

Share by: